Il tuo browser ha il supporto JavaScript disabilitato. Ti preghiamo di abilitarlo.
Stai usanto un browser non aggiornato. Aggiorna il tuo browser per consultare il sito web.

Il Violino 2012

Leggenda

⟵ Torna alla scheda
Il violino è uno strumento magico, l’armonia delle sue vibrazioni, la piacevolezza dell’ascolto, la grazia dei movimenti di chi lo suona, sono un affascinante insieme di equilibri. Il vioLino Riserva è anche una coesione di profondi ricordi, di persone e di sentimenti, trascorsi nel naturale percorso di vita della famiglia Lecchi. Il bisnonno di Antonio si chiamava Bortolo Lecchi, era nato a Rosciate e come per tutti i nonni era fiero di mostrare suo nipote Ferdinando agli amici, figlio di suo figlio Battista e della nuora Angela. Era felice perché con la nascita del maschio la dinastia dei Lecchi proseguiva, dopo aver avuto in precedenza quattro nipoti femmine. Per gli amici e compaesani questo piccolo bimbo, quando passeggiava con il nonno Bortolo, era soprannominato Bortolino, il nipote del Bortolo, e per tutti nel paese diventerà “il Lino”. Il Lino sarà il papà di Antonio Lecchi.

Il nome dell’azienda: Casa Virginia, è dedicato alla mamma di Antonio, di Gianfranco e di Patrizia Lecchi. Per loro, mamma Virginia, mancata nel 1996, non è mai un ricordo, è sempre presente, sorridente e consigliera, contenta di essere circondata dalla natura e dai fiori di cui era enormemente appassionata, in particolar modo delle rose, oggi simbolo della azienda. Casa Virginia si trova nella frazione di Violo nel comune di Villa d’Almè, esattamente in via Cascina Violo.
Il vioLino Riserva per Antonio, titolare della azienda, è come una grande composizione, una passione proveniente dall’anima e dal cuore, l’espressione viva del pensiero e del sentimento.

La sua bontà è data da una serie di passaggi attenti, come delle note che compongono armonicamente le melodie. Viene prodotto solo nelle migliori annate, quando la natura ha favorito il suo buon esito, e pertanto non può che essere dedicato solo ad una altra persona eterna per Antonio e per la famiglia Lecchi, il padre Ferdinando detto Lino. Il nome del vino nasce da via Violo + Lino = VioLino. Il destino è spesso l’ordine del caos ed è la componente dei migliori risultati e soddisfazioni degna solo dei grandi momenti.


ENG | The violin is a magical instrument, the harmony of its vibrations, the pleasure of listening to it and the gracefulness of movements of those who play it are a fascinating set of balances. The vioLino Riserva is also a combination of deep memories, people and feelings experienced in the natural life journey of the Lecchi family. Antonio's great grandfather was Bortolo Lecchi, he was born in Rosciate and like all grandfathers he was proud to show his grandson Ferdinando to his friends. Ferdinando was the son of Bortolo’s son Battista and daughter in law Angela. He was happy because with the birth of a male the Lecchi dynasty would have continued, after four granddaughters. While walking with his grandfather, the little boy Bortolo was nicknamed Bortolino by friends and fellow countrymen, because he was Bortolo's grandson and he was called "il Lino" in town. Il Lino would have become Antonio Lecchi's father.

The name of the company: Casa Virginia, honors Antonio's, Gianfranco's and Patrizia Lecchi's mother. Mother Virginia, who passed away in 1996, will never be forgotten by them, she will always be present, smiling and advising, happy to be surrounded by nature and flowers, of which she was extremely fond; especially roses, symbol of the company today. Casa Virginia is located in the hamlet of Violo in the city of Villa d'Almè, in Cascina Violo street.
For Antonio, owner of the company, vioLino Riserva is like a great composition, a passion coming from his soul and heart, the living expression of thought and feeling.

Its good flavor comes from a series of careful steps, just like musical notes harmoniously composing melodies. It is only produced in the best vintages, when nature favors its best flavor, so it is dedicated to another eternal person for Antonio and for the Lecchi family, his father Ferdinando called Lino. The name of the wine comes from Violo + Lino = VioLino. Fate is often the order of chaos and the ingredient of the best results and gratifications only worthy of great moments.